Campo di lavoro e solidarietà – Betlemme 1-15 agosto 2016

12998711_1714282355476590_3396624210795640676_n

Anche quest’anno il Gruppo di Azione per la Palestina di Parma organizza e promuove un campo estivo di lavoro dall’ 1 al 15 agosto 2016 presso il centro culturale “Amal al-Mustaqbal” (“speranza nel futuro”) nel campo profughi di Aida, Betlemme.

Le mattine saranno dedicate alle attività di centro estivo con i bambini del campo (dai 3 agli 11 anni); le attività pomeridiane saranno invece rivolte ad acquisire consapevolezza riguardo la questione palestinese, a conoscere e vivere in prima persona la realtà dell’occupazione, la vita quotidiana in Palestina ma anche la grandezza di una cultura diversa dalla nostra e di un popolo che da più di sessant’anni ha fatto della sua esistenza una Resistenza.

 

ATTIVITA’

  • centro estivo mattutino (ore 9,00-13,00) con i bambini del campo profughi: attività ludiche, culturali, artistiche

  • escursioni di due giorni in luoghi significativi della Resistenza in Cisgiordania

  • gite pomeridiane ad al-Walaja (Betlemme) ed alla città di Hebron

  • partecipazione alla manifestazione del venerdì

  • incontro con i prigionieri politici

  • lavori manuali e organizzazione di attività all’interno del centro (manutenzione degli spazi, proiezione di film e documentari, organizzazione di momenti assembleari su specifici temi)

  • attività all’interno del campo profughi di Aida (incontri con le famiglie e con gli abitanti, murales…)

 

INFORMAZIONI PER I VOLONTARI IN PARTENZA

  • la quota di iscrizione è di 300 euro (da versare all’arrivo a Betlemme): sono inclusi l’alloggio ed i pasti; sono escluse le gite (costo stimato 10-15 euro) e le spese accessorie

  • le spese del viaggio sono a carico dei volontari che provvederanno autonomamente ad acquistare il biglietto aereo ed a raggiungere il gruppo a Gerusalemme (da cui si partirà assieme per Betlemme)
  • è necessario avere un passaporto valido, possibilmente senza timbri di paesi arabi (per evitare lunghi interrogatori all’ingresso in Israele)
  • bisogna portare l’occorrente per dormire (sacco a pelo)
  • non sono richieste competenze specifiche, solo buona volontà e spirito di adattamento. La conoscenza dell’inglese è consigliata ma non è obbligatoria

REGOLAMENTO INTERNO DEL CAMPO

  • è fondamentale il rispetto delle usanze e delle tradizioni del luogo: per i trasgressori saranno presi provvedimenti
  • mantenere un comportamento dignitoso, il che include il rispetto degli altri, l’abbigliamento (per le donne: evitare indumenti troppo attillati, pantaloni o gonne sopra al ginocchio, canottiere; per gli uomini: non stare a petto nudo) e astenersi da qualunque genere di comportamento non idoneo in pubblico
  • tutte le decisioni riguardo al campo ed alle attività saranno prese collettivamente in un momento assembleare quotidiano: tutti sono caldamente invitati a partecipare attivamente alle assemblee, ponendo problemi e proposte. Le decisioni, una volta prese, sono insindacabili e vincolanti per tutti
  • impegnarsi a organizzare, seguire e partecipare a tutte le attività del campo
  • non fare uso di alcol o di qualsiasi tipo di stupefacente.

 

Per iscriversi è necessario compilare il modulo in allegato e inviarlo all’indirizzo

gap.parma@gmail.com

Il 2 giugno verrà organizzato a Parma un training della durata di un giorno per prepararsi alla partenza e ricevere tutte le informazioni necessarie per il viaggio.

Con la Palestina nel cuore,

fino alla vittoria!

 

GAP-Parma, Gruppo di Azione per la Palestina

www.gruppoazionepalestina.noblogs.org

 

Posted in General | Leave a comment

Cena palestinese – ven. 18 dicembre

CENAweb

Posted in General, Iniziative | Leave a comment

Proiezione del film “Israele il cancro”, di Samantha Comizzoli

film-colori

Posted in General | Leave a comment

Iniziative novembre – dicembre

calendario

Posted in General | Leave a comment

CENA PALESTINESE – venerdì 12 dicembre 2014

poster

Cena palestinese – venerdì 12 dicembre 2014

@ Circolo Arci Pedale Veloce, borgo Bernabei 29, Parma

dalle ore 20

Il ricavato della cena andrà a finanziare il Centro Amal al-Mustaqbal del campo profughi di Aida e l’attività politica del Gruppo d’Azione per la Palestina.

Menù: zaatar, hummous, falafel, couscous, dolci arabi. Costo 15 euro, prenotazione obbligatoria a : gap.parma@gmail.com oppure 3281888063.

 

Vi aspettiamo!

 

Posted in General | Leave a comment

E arriveremo fino al cielo

gap

 

Venerdi 26 settembre @ Pedale Veloce, dalle 19

Report dal campo estivo 2014 ad Aida Camp ( Cisgiordania). Testimonianze e racconti dei compagni che hanno partecipato al campo estivo presso il centro Amal al-Mustaqbal. Aperitivo palestinese e musica araba.

Sabato 27 settembre, Roma

Corteo nazionale a sostegno del popolo palestinese, indetto dalle comunità Palestinesi d’Italia. Stiamo organizzando un pullman da Parma, per info e prenotazioni gap.parma@gmail.com/3382613103

 

Posted in General | Leave a comment

Lunedì 18 agosto

Con la giornata di oggi si chiude il campo estivo 2014 presso il Centro Amal Al Amustakbal di Aida. Le attivita’ svolte in questi dieci giorni sono state presentate in una serata conclusiva che ha visto la partecipazione numerosa delle famiglie dei bambini. I canti dei bimbi sono riusciti a coprire il rumore degli spari provenienti dalla porta del campo profughi. La festa non si e’ fermata nonostante gli scontri iniziati verso le 15 del pomeriggio. Gia’ ieri i militari israeliani hanno tentato invano di entrare nel campo, bloccati pero’ dai sassi degli shebab.

Ieri sera un’ esplosione ha rotto il silenzio serale di Aida. Un’azione , come abbiamo potuto osservare questa mattina, ha provocato alcuni danni al muro della vergogna che, nonostante tutto, e’ ancora in piedi. Il muro condiziona pesantemente la vita dei giovani palestinesi limitandone gli spostamenti e le prospettive.

Aisar, del campo profughi di Aida, ha 10 anni e oggi ha letto una sua lettera indirizzata a tutti i bambini specialmente a quelli val susini. Commentarlo limiterebbe il messaggio, per questo lo riportiamo per intero:

“Io sono Aisar del campo profughi di Aida e ho 10 anni.

A tutti i bambini del mondo, in particolare a quelli della Val Susa.

Abbiamo imparato che voi state male come noi; noi per colpa del muro dell’apartheid che ha diviso la Palestina e voi in Val Susa per il treno che ha rubato la terra dei vostri contadini e anche il vostro sorriso. Da noi c’è l’occupazione sionista, da voi c’è l’occupazione borghese. Mano per mano resisteremo, mano per mano raggiungeremo la libertà.
Da Aida fino alla Val Susa.”

Centro Amal al Mustakbal
Gli Shebab dell’Aida Camp
Radio Amal Rossa

Posted in Viaggi in Palestina | Leave a comment

Domenica 17 agosto

DSC_4649La mattinata di oggi al centro Amal al Mustakbal si conclude in modo molto produttivo.

I bambini hanno scritto dei messaggi, come segno di vicinanza ai coetanei val susini.

Inoltre, si sono cimentati nel disegnare il treno ad alta velocita’ paragonato spesso, dai bimbi stessi, al muro dell’apertheid.

La speculazione sia economica che politica che caratterizza entrambe le dinamiche, ci rende fiduciosi slla realizzazione in futuro di progetti condivisi tra le due realta’.

Nel pomeriggio ci siamo diretti ad Al Halil {Hebron} dove abbiamo potuto toccare fisicamente l’essenza dell’occupazione. La sua particolarita’ sta nella presenza di colonie israeliane nel centro storico della citta’. Shuhada Street, in passato un’importante via del mercato arabo, ora e’ chiusa alla maggior parte dei palestinesi per consentire l’accesso ai coloni.

Gli edifici che si dislocano in questa via sono completamente vuoti; non a caso, questa zona, viene chiamata la “Ghost Town” resa tale dalla pulizia etnica attuata dai sionisti.

Ma Shuhada Street e’ riempita da ben altre cose tra cui militari israeliani, ebrei ortodossi e cartelloni di propaganda dell-IDF {Israel Defense Forces} .

Tornati ad Aida la nostra abitudinaria assemblea organizzativa e’ stata interrotta da un violento boato nel Campo. Tra gli allarmi impazziti delle auto ci e’ giunta notizia di una forte azione contro il Muro. Domani daremo maggiori aggiornamenti.

 

Gli shebab di Aida camp

centro Amal al Mustaqbal

radio Amal rossa

Posted in Viaggi in Palestina | Leave a comment

Sabato 16 agosto

Sabato 16 agosto
Dopo un giorno di pausa il centro Amal Al Mustakbal e’ tornato a vivere riempito dall’euforia dei bambini di Aida. Le attivita’ della mattinata sono state destinate alla preparazione della festa finale del campo estivo prevista per lunedi 19 che vedra’ come ogni anno la partecipazione delle famiglie. Il centro sara’ ancora una volta un luogo aperto alla comunita’ del campo profughi all’insegna dei valori di memoria, lotta, istruzione e divertimento per i bambini . Inoltre, questa giornata prevedera’ un momento di scambio culturale tra noi compagni/e e tutti i palestinesi del campo che crediamo essere un valore aggiunto sia per noi che per loro. Nell’ottica di cio’ abbiamo presentato ai bambini, grazie al sostegno dei compagni e compagne palestinesi, un progetto che prevede la collaborazione con il movimento NO Tav in Val Susa. Attraverso filmati, storie e le magliette stesse che sempre indossiamo; i bambini del centro si sono confrontati. cosi, in modo diretto per la prima volta con le nostre lotte territoriali. Questo momento e’stato importante per riflettere quanto le dinamiche che determinano la devastazione del territorio valsusino siano per alcuni versi vicine a quelle palestinesi. Chiaro quindi che la resistenza, per noi come per loro, sia doverosa.
Prosegue senza sosta la solidarieta’ del centro Amal al Mustakbal con il popolo gazawi: dopo medicinali, vestiti , acqua, oggi anche numerosi libri per bambini sono stati inviati verso la Striscia.
In ultimo una piacevole novita’: fino a Betlemme e’ andata in onda la prima trasmissione di Radio Amal Rossa sulle frequenze “ex israeliane” del campo profughi .


Con la Palestina nel Cuore
Thaura Att’al nassr


Centro Amal al Mustakbal
Gli Shebab dell’Aida Camp
Radio Amal Rossa

Posted in Viaggi in Palestina | Leave a comment

Venerdì 15 agosto, settimo giorno

Come ogni venerdì in tutta la Cisgiordania, oggi, subito dopo la preghiera di mezzogiorno, partendo dalla mosche principale di Betlemme per le strade ha sfilato il corteo contro l’occupazione. Di seguito scontri tra le milizie israeliane e i manifestanti L’esercito ha risposto al lancio di sassi degli shebab con gas lacrimogeni e proiettili di gomma talvolta sparati con il silenziatore. Alcuni scontri ci sono stati anche ad Aida nei pressi della chiave più grande del mondo del diritto al ritorno dei profughi palestinesi nelle proprie case. Gli effetti del gas israeliano sono immediati e provocano bruciore sulla pelle e sugli occhi. Il canto del muezzin fa da sottofondo e molti bambini scendono in strada armati di fionde, molte delle quali costruite con tubi dell’acqua.

Verso le 18 ci siamo diretti alla Betlehem Arab Society for Reablitation di Beit Jala dove abbiamo aiutato gli infermieri del posto a selezionare ed inscatolare i beni raccolti dall’ospedale destinati a Gaza. Principalmente c’erano vestiti, coperte e cuscini ma anche beni di prima necessità. La solidarietà verso i gazawi è tanta e la quantità di scatoloni lì presenti ne è la prova. Inutile dire quanto abbia fatto piacere il poter contribuire per ribadire direttamente la nostra vicinanza alla gente di Gaza.

Qui e qui è possibile guardare i video degli scontri del 15 agosto al campo profughi di Aida

Con la Palestina nel cuore,

fino alla vittoria!

Gli shebab del campo profughi di Aida

centro Amal al Mustaqbal

Radio Amal rossa

Posted in Viaggi in Palestina | Leave a comment